Via Bottarone 9/1, Verrua Po (PV)
+393388601823
info@pappagalliinvolo.it

I Pappagalli Possono Mangiare Il Sedano?

I Pappagalli Possono Mangiare Il Sedano?

 

 

i pappagalli possono mangiare il sedano?

I Pappagalli Possono Mangiare Il Sedano?

Il sedano ha un gusto sottile e non offensivo che piace ad alcuni pappagalli. Più che il gusto, i pappagalli apprezzano la consistenza croccante del sedano. La maggior parte dei pappagalli tiene il sedano con gli artigli e fa a pezzi questo ortaggio con il becco.

Il sedano contiene diverse vitamine e minerali che fanno bene ai pappagalli, comprese le vitamine A, C e K, calcio e potassio. Il sedano fornisce anche stimoli mentali ai pappagalli grazie alla sua consistenza fibrosa. Sfortunatamente, la rigidità può causare l’impatto delle colture e problemi digestivi.

I proprietari non devono dare da mangiare ai pappagalli troppo sedano poiché rischia di causare carenze nutrizionali e malnutrizione. Alcuni pappagalli sono disinteressati al gusto, ma tutti amano fare a pezzi il sedano.

Puoi dare da mangiare ai pappagalli il sedano?

Come tutte le altre verdure, il sedano va bene per i pappagalli da mangiare con moderazione. Come abbiamo già detto, a piccole dosi, il sedano è una buona fonte di nutrienti, tra cui vitamine e minerali essenziali.

I pappagalli faticano a ottenere alcune vitamine attraverso i soli pellet, quindi verdure come il sedano possono aumentare i loro livelli. Allo stesso modo, le diete che contengono diversi semi e noci sono generalmente carenti di vitamine.

Tuttavia, anche troppo sedano non è raccomandato. Questo perché i pappagalli richiedono una dieta varia che contenga tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per rimanere in salute. Il sedano contiene alcune vitamine e minerali essenziali, ma, come accennato, quantità eccessive li rendono vulnerabili alla malnutrizione e alle carenze vitaminiche.

Inoltre contiene poche calorie, quindi se il sedano non viene incorporato con frutta e verdura più caloriche, i pappagalli rischiano di perdere una quantità significativa di peso .

La viscosità del sedano rappresenta un problema per i pappagalli, poiché faticano a digerire il materiale fibroso. Di conseguenza, il sedano deve essere adeguatamente preparato e tagliato a pezzi più piccoli prima di darlo al pappagallo.

il sedano fa bene ai pappagalli?

Il sedano è buono per i pappagalli?

Il sedano è ricco di diversi nutrienti essenziali di cui i pappagalli hanno bisogno per rimanere in salute. Nutrire il sedano con moderazione aiuta a mantenere il sistema immunitario e il tratto digestivo forti e funzionanti correttamente. Questo perché fornisce ai pappagalli quanto segue:

Vitamina C

Una tazza di sedano (120 g) contiene 3,72 mg di vitamina C. Anche se questo non è alto come altri alimenti, come kiwi e arance , il sedano ne contiene comunque una discreta quantità rispetto ai suoi livelli a basso contenuto calorico. Un trattamento settimanale di sedano aiuta:

  • Mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue
  • Stabilizzare i livelli di colesterolo
  • Ridurre il rischio di malattie renali
  • Guarire le ferite
  • Mantieni la pressione sanguigna a livelli sicuri
  • Impedisci la formazione di cellule cattive

La vitamina C mantiene sano il sistema immunitario e impedisce ai pappagalli di manifestare comportamenti autodistruttivi, come la spiumatura .

vitamina A

Molti pappagalli sono carenti di vitamina A, specialmente quelli che seguono una dieta a base di semi e noci . Questo perché perdono la vitamina A da pellet, frutta e verdura.

Come descritto da una rivista su Vin , i pappagalli ottengono beta carotene dalle verdure nella loro dieta, che viene convertita in vitamina A. Pertanto, è essenziale che i pappagalli ottengano abbastanza vitamina A dagli alimenti che mangiano. I sintomi includono:

  • ascessi orali
  • Problemi respiratori
  • Vista scarsa
  • Ossa deboli
  • Malattia respiratoria
  • Funzione immunitaria ridotta

Allo stesso modo, gli uccelli con una carenza di vitamina A hanno piume rosse, arancioni e gialle più opache perché non ci sono abbastanza carotenoidi per dare loro la loro colorazione brillante. Questo è uno dei segni più evidenti che i pappagalli hanno bisogno di più verdure nella loro dieta .

vitamina K

Il sedano contiene vitamina K, essenziale per ossa forti. Senza di esso, i pappagalli carenti soffrono di ossa deboli e fragili e sono soggetti a lesioni e rotture. Questo è un problema in quanto stanno in piedi tutto il giorno e si tengono in posizione eretta con le gambe, anche mentre dormono. A volte i pappagalli stanno su una sola gamba .

Allo stesso modo, la vitamina K aiuta con le lesioni che attirano il sangue. Coaguli il sangue, aiutando ad arginare il flusso e fermare forti emorragie. L’anemia e le carenze di vitamina K sono strettamente collegate tra loro.

I pappagalli da riproduzione e in gravidanza hanno bisogno di più vitamina K per garantire che i loro gusci d’uovo siano forti e sani, riducendo il rischio di mortalità da cova.

Calcio

Una tazza di sedano contiene 48 mg di calcio, che è un altro nutriente essenziale per i pappagalli. Come la maggior parte dei mammiferi, i pappagalli hanno bisogno di calcio per avere ossa forti e sane.

Poiché i pappagalli non possono digerire il lattosio, i latticini non sono alimenti adatti ai pappagalli. Di conseguenza, devono consumarlo da altre fonti, tra cui frutta e verdura. Il calcio aiuta a:

  • Rendi i gusci delle uova sani e forti
  • Prevenire l’ipocalcemia (malattia da carenza di calcio)
  • Prevenire comportamenti autodistruttivi, come la mutilazione delle piume
  • Ridurre il rischio di malattie cardiache
  • Abbassare il colesterolo
  • Prevenire le contrazioni muscolari
  • Riduce il dolore muscolare
  • Migliora l’equilibrio e la coordinazione

Incorpora il sedano nella dieta del tuo pappagallo ogni settimana per aumentare l’assunzione di calcio a un livello stabile e salutare.

Potassio

Il potassio riduce la pressione sanguigna e i livelli di stress del pappagallo, che è vitale per la loro salute mentale. I pappagalli sono anche soggetti a diversi problemi comportamentali, tra cui la spiumatura delle piume. Questi comportamenti sono potenziati dallo stress, quindi il potassio è essenziale per prevenirli.

Tuttavia, il potassio non è responsabile da solo della riduzione dello stress. Anche il loro ambiente deve essere confortevole in cui vivere.

Il sedano fa male ai pappagalli?

Il sedano non è tossico per i pappagalli ed è sicuro da mangiare. Tuttavia, la parte filamentosa può causare problemi. Prima di darlo in pasto al tuo pappagallo, ci sono alcune cose di cui devi essere consapevole, tra cui:

Impatto sul raccolto

Poiché il sedano è un materiale così fibroso, può rimanere bloccato nel raccolto del tuo pappagallo. Questa condizione è grave se non viene trattata immediatamente. Come descritto dagli ospedali VCA , l’intrappolamento di oggetti estranei causa problemi e talvolta porta a infezioni.

Un raccolto colpito significa che il sistema digestivo smette di funzionare correttamente e impedisce il passaggio di nuovo cibo. I sintomi includono:

  • Rigurgito frequente
  • Perdita di appetito
  • vomito
  • Disidratazione
  • Inattività
  • Agitazione
  • Depressione

Se l’impatto non viene trattato, possono verificarsi i seguenti problemi:

  • Infezioni batteriche
  • Infezioni da lieviti
  • ipoglicemia
  • Morte

L’occlusione del raccolto richiede un trattamento veterinario per rimuovere il sedano colpito.

Diarrea

Il sedano ha un alto contenuto di acqua. Di conseguenza, troppo può causare feci acquose e diarrea . Può anche causare la formazione di gas in eccesso nello stomaco, rendendo i pappagalli gonfi e a disagio. Il gas provoca anche dolorosi crampi allo stomaco.

pesticidi

È stato riscontrato che il 95% del sedano coltivato in azienda contiene fino a 13 pesticidi. Gli agricoltori li usano per proteggere i loro raccolti dai parassiti.

Se il sedano non viene lavato accuratamente prima di darlo al pappagallo, è a rischio di avvelenamento da pesticidi. I sintomi includono:

  • vomito
  • Diarrea
  • Pupille dilatate
  • contrazioni
  • Incoordinazione e instabilità
  • Respiro affannoso
  • Convulsioni
  • letargia
  • sbavando
  • Perdita di appetito
  • tremori
  • Dolore addominale
  • Inclinare la testa

Il sedano biologico è un’opzione migliore, poiché viene coltivato raramente dove vengono utilizzati pesticidi. Sfortunatamente, il sedano più economico tende a essere coltivato in fattorie che utilizzano prodotti chimici, mentre le verdure più costose sono di migliore qualità.

I pappagalli possono bere il succo di sedano?

Il succo di sedano è uno dei modi più sicuri e salutari per nutrire i pappagalli con la verdura. Questo perché polverizza i pezzi filamentosi che possono rimanere bloccati nel raccolto del tuo pappagallo.

Alcuni pappagalli amano bere il sedano da una ciotola poco profonda. L’ortaggio è ideale per la spremitura a causa del suo alto contenuto di acqua, poiché l’acqua gli conferisce una consistenza piacevole. Tuttavia, potresti voler aggiungere un tocco in più a seconda delle preferenze di gusto del tuo uccello.

Allo stesso modo, combinare il sedano con altre verdure e spremerle insieme all’acqua è un ottimo modo per fornire vitamine e minerali extra. Inoltre rende il sedano più saporito.

Prima di spremere, lava il sedano, poiché il blitz non rimuove le sostanze chimiche.

i pappagalli possono mangiare le foglie di sedano?

I pappagalli possono mangiare le foglie di sedano?

Le foglie di sedano sono la parte più saporita della verdura. Le foglie esterne scure sono sorprendentemente la parte più gustosa, quindi molti pappagalli adorano divorarle. Tuttavia, la consistenza è dura e fibrosa. In realtà non è una cosa negativa, poiché forniscono ai pappagalli stimolazione mentale, poiché si divertiranno a strapparli e strapparli. È solo qualcosa di cui essere consapevoli.

Le foglie interne più chiare sono delicate e hanno un sapore più sottile. Sebbene nessuno dei due contenga abbastanza nutrienti per il tuo pappagallo da mangiare da solo, sono sani se abbinati al resto del sedano.

Detto questo, è importante capire che le foglie di sedano contengono minuscole tracce di composti tossici chiamati psoraleni. Come descritto da SF Gate , potrebbero causare una reazione se vengono mangiati ogni giorno. Tuttavia, dar loro da mangiare al tuo pappagallo come trattamento occasionale non farà alcun male.

I pappagalli possono mangiare i semi di sedano?

I semi di sedano sono altrettanto sicuri da mangiare come il resto del sedano e contengono diversi nutrienti che sono benefici per la salute di un pappagallo.

Non si trovano nel sedano ma sulla pianta. Una volta che diventano marroni e asciutti, puoi raccoglierli e darli da mangiare al tuo pappagallo.

Tuttavia, i pappagalli tendono a preferire altri semi, come semi di girasole e pinoli. Puoi incorporare i semi di sedano nella loro assunzione giornaliera di semi, ma il tuo pappagallo potrebbe lasciarli, scegliendo invece i loro preferiti.

Come preparare il sedano per il tuo pappagallo?

Prima di trattare il tuo pappagallo con un gambo di sedano, devi prima prepararlo adeguatamente. Questo per prevenire l’impatto delle colture.

Come già detto, prima di nutrirlo, lavate il sedano in acqua fredda, avendo cura di strofinare nelle sezioni fibrose dove potrebbero essere in agguato i pesticidi. Per una pulizia ancora migliore, immergerlo per un’ora in un bagno di acqua salata per rimuovere tutte le tracce chimiche.

Per evitare che fili grandi entrino nel corpo del tuo pappagallo, taglialo a pezzetti. Mentre i pappagalli amano tenere il bastone e strapparlo, non è sicuro per il tuo uccello e può causare problemi a lungo termine.  

Se sei preoccupato per l’impatto del raccolto, spremere il sedano e dargli da mangiare in una ciotola poco profonda. Se il tuo pappagallo non l’ha consumato entro un paio d’ore, sostituiscilo con un nuovo lotto.

Il sedano è una buona aggiunta alla dieta variata di un pappagallo. Tuttavia, non è la verdura più nutriente disponibile perché è povera di grassi e calorie. Se hai del sedano avanzato, va bene darlo in pasto al tuo pappagallo.

 

 

traduzione automatica dal sito: All About Parrots

 

CONOSCI I PERCORSI CHE L’ASSOCIAZIONE PROPONE?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.