Via Bottarone 9/1, Verrua Po (PV)
+393388601823
info@pappagalliinvolo.it

Comportamento di assunzione del cibo delle ara.

Comportamento di assunzione del cibo delle ara.

Comportamento di assunzione del cibo delle ara.

seconda parte

Per ottenere risultati attendibili e comparabili nel tempo richiesto per l’assunzione di cibo, solo uno del cibo investigato era offerto in ogni studio nutrizionale in un certo tempo.

I risultati sono stati in parte sorprendenti.

Ci si sarebbe aspettati che gli uccelli osservati avrebbero speso molto più tempo con l’assunzione di semi che con gli estrusi. Ma non è stato così. Al mattino non c’erano grandi differenze. Alla sera i risultati erano individualmente differenti perché la durata dell’assunzione di cibo differisce significativamente da individuo a individuo.

 Così si può riassumere che alcune ara spendono molto più tempo, ma alcune altre spendono molto tempo sia sugli estrusi sia sui semi.

La frutta invece veniva consumata comunque molto velocemente.

Studi comparati per confrontare estrusi e semi sono stati condotti su Amazzoni, Grigi Africani e anche Cacatua, raggiungendo gli stessi risultati delle ara.

CONCLUSIONI:

per quanto riguarda il fattore tempo, quello dedicato ai semi è solo marginalmente più lungo rispetto agli estrusi e non offre quasi nessun vantaggio su questo aspetto.

COME POSSIAMO ALLORA TENER IMPEGNATI I NOSTRI ANIMALI DA COMPAGNIA CON L’ASSUNZIONE DI CIBO?

Per rispondere a questa domanda, andiamo a riassumere gli studi sopracitati.

Il tempo di assunzione di cibo in una voliera occupata da una coppia è di 1h e 14 minuti per ara al giorno. Nel loro habitat la ricerca e l’assunzione di cibo di una Ara Giacinto richiede molto più tempo. Così si può assumere che questo è simile anche in altre specie di pappagalli. Si può quindi sintetizzare che la pratica corrente di fornire cibo non è abbastanza sufficiente a mantenere attivi i nostri pappagalli. Non importa se uno fornisce cibo convenzionale o alimentazione con estrusi. Lo scopo è di offrire molta più attività proponendo ad esempio il FORAGING.

 

Per approfondire l’argomento foraging ti puoi iscrivere al nostro percorso formativo che trovi sulla pagina del nostro sito:

Con il mio Grigio Africano sono stato in grado di osservare che il seme di girasole diventava più appetibile se era avvolto nella carta, sebbene il tempo per assumerlo era più lungo rispetto a quello in ciotola.

Sembra che per alcuni pappagalli essere impegnati con il cibo acquisti un valore intrinseco. Utilizzare giochi per l’alimentazione può essere fatto senza troppi sforzi. Basta un pezzo di legno con un po’ di buchi in cui mettere semi o altri gustosi premietti e possono essere costruiti da chiunque abbia un trapano. Il commercio specializzato poi offre una vasta gamma di giochi con meccanismi diversi per offrire cibo. L’ora del pasto può essere fatta consumare a seconda dell’intelligenza del pappagallo.

Alcuni gadget per il foraging li puoi trovare sul nostro sito:

 

Una volta imparato un approccio che ha come fine un premio siamo certi che questo meccanismo non sarà dimenticato facilmente. Così di conseguenza si possono usare 2 o 3 giochi alimentari differenti: la varietà fornisce attività di valore per la ricerca di cibo.

Ma è giusto ricordare che non tutti i pappagalli sono ugualmente astuti da capire i meccanismi per raggiungere il cibo.

Quello più furbo può anche diventare grasso perché maneggia il cibo più velocemente, mentre il partner, forse meno intelligente, prende parte ad una alimentazione involontaria perchè è un po’ più lento nella risoluzione dei problemi di approvvigionamento del cibo.

L’attenzione dei proprietari di pappagalli dovrebbe direzionata proprio a queste riflessioni.

Chiunque abbia dei dubbi sulla quantità di cibo assunto, può semplicemente scoprirlo con l’uso di una bilancia per vedere se il suo pappagallo sta mantenendo il suo peso. Fluttuazioni di peso di circa il 10% della massa corporea possono essere considerati normali.

se necessiti di una bilancia noi te la possiamo offrire:

art. Dr. Gerd Britsch

Articolo liberamente tradotto

Dott.Gerd Britsch, in “ Papageien international- nutrition and diets for parrots, parakeets, lories and lorikeets “ Papageien Edition, 2020.

traduzione A.Z.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.