Via Bottarone 9/1, Verrua Po (PV)
+393388601823
info@pappagalliinvolo.it

PAPPAGALLI RINSELVATICHITI o RANDAGI

PAPPAGALLI RINSELVATICHITI o RANDAGI

PAPPAGALLI RINSELVATICHITI o RANDAGI


di R.M.Low.
Per popolazioni rinselvatichite intendiamo quelle che si insediano e si sviluppano fuori del loro habitat naturale d’origine. Derivano da esemplari fuggiti o liberati dalle voliere. Alcune specie hanno particolare capacità di adattarsi a quasi tutti gli habitat e, se c’è un minimo di disponibilità di cibo, si riproducono in quasi tutte le condizioni climatiche.
Il Parrocchetto dal collare indiano, per esempio, è presente a piccoli gruppi in molte zone dell’Inghilterra, dove d’inverno viene foraggiato almeno in parte dalla popolazione. In qualche area pub anche mostrare un certo successo riproduttivo, ma di solito i gruppi rimangono piuttosto piccoli.
Se il clima è invece più favorevole, talune specie possono aumentare di densità a tal punto da procurare seri danni all’agricoltura. Si portano ad occupare nicchie lasciate libere da specie estinte o semplicemente scomparse dall’area.
A Portorico, per esempio, dove il pappagallo locale è oggi confinato alle Montagne Luquillo, l’Amazzonia spagnola (proveniente dalla vicina Repubblica Dominicana, e cioè da Haiti e San Domingo) ha praticamente colonizzato tutte le zone di pianura.
Altri pappagalli di più piccola taglia, come i Conuri sudamericani del genere Aratinga, parimenti vi si riproducono.
Ogni specie alloctona, introdotta ex’ novo su un territorio, può mettere in gravi difficoltà le specie locali eventualmente in pericolo di estinzione.
Sull’isola di Mauritius, nell’Oceano Indiano, è stato introdotto il Parrocchetto dal collare indiano, il quale rischia di entrare in competizione per i siti di nidificazione con il Parrocchetto Eco (Psittacula eques), ridotto ormai, per quanto si sa, a poco più di una dozzina di esemplari.
Si rinselvatichiscono con facilità quelle specie che già nelle regioni di origine presentano distribuzione molto ampia e contano popolazioni piuttosto numerose: ciò vuol dire che sono naturalmente predisposte ad adattarsi ad una grande varietà di ambienti. Questo vale, per esempio, per il Parrocchetto dal collare.
Capita anche che una specie si affermi in una nuova regione, perché questa è strettamente affine a quella d’origine, dal punto di vista ecologico.
Nella Florida meridionale vi sono fiorenti popolazioni rinselvatichite di pappagalli e parrocchetti sudamericani (persino di merli indiani o maine, d’origine asiatica).
Nel dicembre 1987 ho visitato personalmente una delle aree in cui si raduna uno di questi gruppi di uccelli esotici: quest’area è situata a pochi passi da una strada molto frequentata. I pappagalli stavano appollaiati su una breve fila di alberi di Casuarina, nei pressi di un condominio. Al di là della strada c’era un parco ricco di alberi; perciò resta oscuro il motivo per cui quei pappagalli considerassero tanto attraente la sparuta fila di casuarine.

 


R.M.Low

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.